Alex De Angelis

Alex De Angelis (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Alex De Angelis, pilota di Moto Gp, è stato protagonista di uno spaventoso incidente nelle qualifiche del Gran Premio del Giappone dello scorso weekend. Si è temuto il peggio per lui, ma per fortuna la sua situazione è andata migliorata pian piano. Il sammarinese è però ancora in ospedale ed è seguito costantemente in quanto non è totalmente fuori pericolo, vista l’importanza del suo incidente. Da qualche ora comunque è tornato a comunicare e su Twitter ha postato una sua foto col respiratore con una didascalia piena di speranza per un pronto recupero.

De Angelis però ha tanta voglia di tornare in pista, così come capita a tutti i piloti che subiscono brutti incidenti e questa speranza l’ha svelata in un’intervista telefonica a La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole: ”Come sto? Sto male. Quando sto sdraiato immobile non sto malissimo, ma ho la spalla rotta e ogni volta che uso il braccio per muovermi sento dolore. Poi c’è la schiena, anche lei direi che non è in condizioni ottimali. Mi hanno detto che c’è un problema alla testa, ma in realtà non mi accorgo di niente. Però stanno attenti che io la muova il meno possibile. Non mi ricordo proprio niente dell’incidente, non so cosa sia successo. Comunque vorrei ringraziare tutti quelli, e sono stati davvero tanti, che in questi giorni mi hanno mandato messaggi di auguri. Mi han detto che sarà una cosa lunga, dovrò iniziare a lavorare sulle cose piccole, mi hanno già detto che ci vorranno almeno due mesi. A me però non dispiacerebbe essere a Valencia, nell’ultimo GP del Mondiale, l’8 novembre. Farò di tutto per essere là, so che ci vorrà un miracolo, ma ci voglio credere”.

M.O.