Due giovani uccisi a Ponte di Nona

Luogo del delitto (PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)
Luogo del delitto (PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)

Agguato mortale stanotte a Ponte di Nona, quartiere-dormitorio di Roma: a restare uccisi sono stati due giovani di 26 e 35 anni, Fabio Ventre e Mirko Scarozza, entrambi romani di Tor Bella Monaca, con alle spalle una lunga serie di precedenti penali, che vanno dallo spaccio alla violenza privata e all’omicidio volontario. Sul duplice omicidio indagano i carabinieri del Nucleo investigativo del gruppo di Frascati e della Compagnia di Tivoli.

Secondo quanto ricostruito, dopo una segnalazione giunta al 118, i due sono stati rinvenuti gravemente feriti e immediatamente trasportati in ospedale. Il 35enne, che era agli arresti domiciliari, è stato ferito a un fianco ed è morto durante il trasporto in ospedale mentre il più giovane è morto sotto i ferri, mentre i medici provavano a salvargli la vita, operandolo in testa per estrargli il proiettile che lì si era conficcato. Non è chiara la dinamica dell’agguato: i due potrebbero infatti essersi feriti a vicenda, come potrebbero essere stati vittima di un regolamento di conti.

Sui cadaveri delle vittime l’autorità giudiziaria ha disposto l’autopsia che sarà condotta al Policlinico Tor Vergata: servirà anche a capire se i due siano stati uccisi dalla stessa arma o da pistole diverse, particolare rilevante per decifrare questo duplice omicidio. Intanto, i militari dell’Arma dei Carabinieri hanno eseguito diverse perquisizioni nel quartiere, acquisendo anche le riprese delle telecamere di sorveglianza presenti nella zona.

GM