Litigano per l’ultima fetta di pollo, uccide il coinquilino con una coltellata

Pollo Uccide coinquilino
L’omicida viene arrestato dalla polizia (Web)

Il movente è assurdo, ma spesso abbiamo imparato dalla cronaca che gli omicidi derivanti da raptus di follia possono essere commessi per le ragioni più disparate. Molte volte capitano proprio al termine di litigi iniziati come normali dispute. In questo caso, che arriva dal Texas, due coinquilini stavano discutendo su chi dovesse finire l’ultima fetta di pollo rimasta nel frigorifero. Ad un certo punto uno dei due, Darwin Perez Gonzalez, 34 anni, avrebbe deciso di porre fine alla questione addentando la tanto agognata coscia di pollo. Un gesto che ha mandato su tutte le furie Reinaldo Cardoso Rivera, 38 anni. L’uomo ha aggredito il coinquilino dapprima verbalmente e poi fisicamente con calci e pugni. La zuffa si è poi spostata nel parcheggio dove probabilmente Gonzalez stava tentando di prendere l’auto per scappare. Invece Rivera ha deciso di porre fine definitivamente alla questione e di vendicare il morso dato al pollo tirando fuori un coltello e uccidendo l’amico con una crudeltà e una furia inaudite.

Resosi conto di ciò che aveva fatto l’omicida ha provato la fuga, ma poi forse in preda ai rimorsi è tornato sul luogo del delitto dove ha confessato tutto alla polizia. Il commento del detective Fil Waters rilasciato allo Houston Chronicles non può che risultare assurdo e beffardo, proprio come l’intera vicenda: “Una persona è stata uccisa per una coscia di pollo. Tutto ciò è molto tragico”.

F.B.

Leggi anche:

Litiga per le scarpe maleodoranti e accoltella il coinquilino

Pistoia: ammazza il coinquilino a colpi d’accetta