Rebecca Lazzarini (Facebook)

Rebecca Lazzarini (Facebook)

Si è conclusa ad appena 14 anni la giovanissima vita di Rebecca Lazzarini, morta dopo essere stata investita la scorsa notte da un’auto lungo la statale 114 nei pressi di Mili Marina, nel messinese. La ragazzina era appena uscita da un locale dove aveva festegggiato insieme ai parenti il compleanno di un cuginetto e in quel momento si trovava in compagnia del padre e della zia. A un certo punto, è giunta una Bmw 1 condotta da un trentaduenne, che ha centrato in pieno Rebecca Lazzarini uccidendola sul colpo.

L’uomo alla guida è stato immediatamente sottoposto dalle forze dell’ordine all’alcol test ed è risultato positivo; i valori dell’esame che rileva la quantità di alcol nel sangue hanno dimostrato che il tasso era di 1.46 grammi/litro, quando per legge non deve superare i 0.5 g/l. Nessuna conseguenza per il padre e la zia della ragazzina, rimasti fortunatamente illesi. In base ai primi accertamenti fatti sul luogo dell’incidente dagli inquirenti, sembra essere confermato che la vettura stava procedendo ad alta velocità.

Il 32enne, prima che arrivassero le forze dell’ordine, ha rischiato il linciaggio da parte dei presenti, soprattutto dei parenti della ragazzina. A causa dello choc subito, una donna che era presente sulla scena del tragico investimento, della quale non sono state rese le generalità, si è sentita male e ha dovuto fare ricorso alle cure del personale medico-sanitario del 118, giunto sul posto anche se per Rebecca Lazzarini, che frequentava il primo anno del liceo scientifico Seguenza, non c’era più nulla da fare. Intanto, il pm di turno ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

GM