Il nuovo eclatante gesto dell’ex moglie di Schillaci

Rita Bonaccorso e Totò Schillaci (foto dal web)
Rita Bonaccorso e Totò Schillaci (foto dal web)

Torna a far parlare di sé Rita Bonaccorso, l’ex moglie del bomber della Juventus e della Nazionale Totò Schillaci, protagonista assoluto delle ‘notti magiche’ di Italia ’90, che lo scorso ottobre sarebbe salita insieme ad altre tre persone che si sta provvedendo a identificare sul tetto della sua casa, con una tanica di benzina, minacciando di darsi fuoco. La donna è al centro di una vicenda giudiziaria: la villa in cui abita, valutata per oltre due milioni di euro, è stata messa all’asta dal tribunale, dopo che la Bonaccorso è rimasta coinvolta in una truffa legata al fallimento di un’attività commerciale nel torinese.

Rita Bonaccorso, però, da quella casa non vuole andarsene e a ‘Domenica Live’ si è sfogata: “Io la casa la butto giù, entro mezzanotte. Arriveranno altre due ruspe. Andrà giù. Io questa casa non la lascio. Non la lascerò mai. Dov’è la giustizia per me? Qui dentro non entra nessuno, farò di tutto per difendere il mio diritto e la casa è un diritto. Qui non c’è debito. La mia casa non l’avranno mai. Né io, né loro”. La donna ha sottolineato: “I miei legali hanno scoperto che la casa è stata messa all’asta e la firma, con perizia calligrafica, è risultata falsa. Dov’è la giustizia per me?”.

La donna sarebbe stata condannata per pagare i creditori di una gioielliera fallita nel 1994, di cui l’ex signora Schillaci risulterebbe “socia apparente”. Pur di non lasciare la casa, Rita Bonaccorso ha però piazzato una ruspa affianco e ci sarebbero già diverse persone disposte a difenderla: “Dovranno arrestarci tutti, possono pure spararmi, io non ho paura”, ha infatti sottolineato ai microfoni del contenitore della domenica pomeriggio di Canale 5.

GM