“C’è un cadavere nel pozzo”, poi l’atroce scoperta

Rachel Jones (Twitter)
Rachel Jones (Twitter)

Gravissime le accuse che pendono sul capo di Joseph Jones, 29 anni, che secondo i magistrati avrebbe ucciso la moglie Rachel Jones, 28 anni. Violenza domestica, omicidio e alterazione delle prove sono i capi di imputazione per questo efferato delitto che ha colpito la comunità di Jonesville, nel Kentucky. Venerdì mattina gli agenti si sono messi alla ricerca della donna dopo una telefonata anonima arrivata direttamente allo sceriffo di Wayne County.

Qualcuno aveva infatti segnalato la presenza del corpo di una donna in fondo a un pozzo, così sono intervenuti sul luogo della segnalazione i vigili del fuoco, i quali hanno tentato di riempirlo d’acqua per portare a galla il cadavere, ma dopo vari tentativi è stato necessario che un pompiere si calasse all’interno. A quel punto è stato possibile recuperare il cadavere di una giovane donna, che è poi risultata essere Rachel Jones, anche se le cause del decesso e i tempi sono tutti ancora da verificare.

In seguito al ritrovamento del corpo, la polizia si è messa sulle tracce di Joseph Jones, arrestato poi sabato e ristretto nel centro di detenzione della contea di Wayne. Ha commentato Lloyd Trooper Cochran, della polizia: “L’unica cosa che viene in mente è che tutto ciò è molto triste”. Il giovane non ha ancora spiegato quali sono state le ragioni che lo hanno spinto a uccidere la donna che diceva di amare.

GM