Partorisce e brucia la figlioletta in un forno: ecco cosa ha fatto con il corpicino

forno fonte websource
forno fonte websource

Subito dopo il parto ha preso la neonata e l’ha bruciata viva in un forno. Autrice dell’abominio una donna di 33 anni, il cui nome non è stato rilasciato. I fatti si sono svolti nel villaggio di Polina Osipenko nella regione di Khabarovsk Krai, nella parte orientale della Russia.
La madre dopo aver ucciso il la figlioletta i quel modo atroce si sarebbe disfatta del corpicino semi carbonizzato gettandolo in un pozzo.

Un portavoce della polizia ha detto: “La 33enne ha detto che ha deciso di uccidere la figlia quasi immediatamente, perché dubitava della sua capacità di essere una buona genitrice per la bambina. La sospettata ha poi tentato di sbarazzarsi delle prove, gettando il corpo della bambina in un pozzo nero pubblico” .

L’allarme sarebbe stato lanciato da alcuni testimoni che avrebbero assistito all’occultamente del cadavere nel pozzo. Non è ancora chiaro se saranno presi provvedimenti penali per la mamma oppure se verrà chiesta l’interdizione per malattia mentale.
LC

Il tg del giorno in meno di tre minuti