Tenta il furto in un pollaio, centrato in pieno da una freccia

Pollaio (LIMOR EDREY/AFP/Getty Images)
Pollaio (LIMOR EDREY/AFP/Getty Images)

Rischia la vita un nomade di 54 anni, che è ricoverato dopo essere stato centrato all’addome da una freccia, scoccata da un dispositivo antifurto simile a una balestra, costruita in modo rudimentale e messa a protezione di un pollaio. A costruire il marchingegno è stato un filippino di 67 anni residente a Vigevano, proprietario del pollaio, che in questi anni ha spiegato di aver subito diversi furti di galline e così aveva deciso di difendere la propria proprietà con questo sistema artigianale costituito da un filo teso a pochi centimetri dal suolo. Toccando il cavo, veniva innescata una freccia piazzata su una sorta di balestra.

Il rudimentale meccanismo è scattato e a farne le spese è stato un nomade di 54 anni, di nazionalità italiana e anch’esso residente a Vigevano. L’uomo è stato soccorso da un complice, che l’ha scaricato davanti all’istituto clinico Beato Matteo, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico urgente. Successivamente, il54enne è stato trasferito all’ospedale civile di Vigevano, dove ora si trova ricoverato in Rianimazione.

Solo allora i medici – che hanno chiesto al complice del ladro di galline cosa fosse successo – si sono decisi ad avvisare la polizia, che per qualche giorno ha mantenuto il riserbo rispetto all’accaduto e poi ha ricostruito il tutto, simulando anche sul posto la dinamica del grave incidente, quindi ha deciso di indagare il filippino con l’accusa di lesioni personali aggravate.

GM