Abusarono dei loro piccoli: arriva la dura condanna

Abusi sui minori (Christopher Furlong/Getty Images)
Abusi sui minori (Christopher Furlong/Getty Images)

Dopo anni dall’esplosione del caso, è arrivata la condanna per una coppia di gallipolini residenti a Casarano, rispettivamente di 41 e 45 anni, accusati di aver abusato dei due figli piccoli: alla mamma sono stati comminati tredici anni, cinque al papà. A leggere la sentenza di primo grado in aula, ieri mattina, è stato il giudice Pasquale Sansonetti. Il padre dei bimbi è stato comunque riconosciuto incapace di intendere e di volere e per questo è stato disposto il ricovero in una Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza. Gli imputati erano difesi dagli avvocati Speranza Faenza e Pompeo Demitri.

Il caso scoppiò nove anni fa, quando i piccoli, un maschietto e una femminuccia, avevano rispettivamente sette e quattro anni. Le prime segnalazioni riguardo quanto accadeva nell’abitazione dove viveva la famiglia arrivarono da alcuni vicini di casa e della vicenda furono investiti i servizi sociali, dalle cui verifiche emerse uno stato di degrado, nello specifico le condizioni precarie in cui vivevano i piccoli. Quindi venne deciso di affidare i due bimbi a una casa famiglia.

Con il passare del tempo, gli operatori della casa famiglia in cui erano state ospitate le vittime riuscirono a entrare in confidenza con i bambini: emerse così quanto avveniva sistematicamente nell’abitazione, dove non solo fratellino e sorellina sarebbero stati violentati dai genitori, ma sarebbe stati anche costretti ad avere rapporti sessuali tra loro, sotto lo sguardo impassibile di mamma e papà. Le due vittime, oggi ormai adolescenti, si erano costituiti parte civile, con l’avvocato Cristina Pisacane, nominata dal Tribunale per i minorenni curatore speciale, e l’avvocato Laura Bruno. I legali dei due imputati hanno già annunciato di voler ricorrere in appello, mentre nei confronti delle due vittime è stata disposta una provvisionale di 50mila euro ciascuno.

GM