Maddie McCann, rispunta la pista della rapina fallita

Foto di Maddie in tv (JOHANNES EISELE/AFP/Getty Images)
Foto di Maddie in tv (JOHANNES EISELE/AFP/Getty Images)

Nuove voci sulla sorte di Maddie McCann, la bambina inglese, scomparsa nel 2007 durante una vacanza in Portogallo con i genitori: secondo ‘The Sun’, la piccola sarebbe stata sequestrata durante una rapina fallita, operata da una banda di ladri in cui sarebbe stato presente anche un sedicenne. Tra loro ci sarebbe anche l’uomo che ha traghettato i turisti intorno al resort Mark Warner a Praia da Luz, nei giorni della scomparsa di Maddie McCann.

In passato, i tre sospetti sono già stati interrogati dalla polizia britannica, che però vuole sentirli nuovamente, come sottolinea il  commissario di polizia Bernard Hogan-How il quale ha detto che “c’è una linea d’indagine che deve essere conclusa e ci si aspetta che nei prossimi mesi che accada”. Peraltro, la tesi della sparizione in seguito a una rapina è quella che gli stessi genitori della piccola ritengono come più plausibile.

Non sono poche le novità e le illazioni sulla scomparsa della bimba che si sono susseguite negli ultimi mesi. Quest’estate, vennero ritrovati resti umani di una bimba in una valigia nel sud dell’Australia e si pensò a una svolta atroce nel caso. Qualche giorno dopo, venne chiarito che quei resti non appartenevano alla piccola Maddie.

Un’altra ipotesi è che la bambina si troverebbe in Paraguay,  nella città di Areguá, dove nelle scorse settimane si sarebbero subito concentrate le ricerche degli inquirenti che vogliono accertarsi se l’avvistamento di una bimba simile a Maddie McCann possa finalmente dare esito positivo e la ragazzina possa ritrovare l’affetto dei propri genitori, i quali a dicembre scorso avevano lanciato l’ultimo disperato appello.