Enel cambia i contatori, ecco chi pagherà di più

I nuovi contatori (Web)
I nuovi contatori (Web)

Circa 33 milioni di contatori, installati a partire dal 2001 e giunti ormai al termine della loro vita utile di 15 anni, verranno cambiati nei prossimi giorni dall’Enel. Saranno sostituiti dai nuovi contatori digitali, approvati lo scorso marzo dall’Autorità per le Energie. Si tratta di strumenti senza dubbio più avanzati e più al passo con i tempi che consentiranno ad esempio di monitorare il consumo elettrico via web e di rilevare i dati sull’energia consumata ogni 15 minuti. Sarà un vantaggio anche per gli utenti che potranno così tenere sotto controllo i consumi e, quando  nel 2018 scomparirà la tariffa di maggior tutela, ora garantita dall’Autortità per l’energia e il gas, potranno scegliere liberamente tra le offerte proposte dai diversi operatori. Inoltre i nuovi contatori permetteranno di avviare finalmente il progetto per portare la banda ultralarga su fibra ottica in molte città italiane che ancora ne sono sprovviste.

Tutto perfetto dunque? Non proprio. Infatti le nuove tariffe non saranno vantaggiose per alcune categorie di utenti, per esempio i single. Il motivo è presto detto. Con le nuove tariffe aumentano i costi fissi e diminuiscono i costi del consumo, un meccanismo che potrebbe punire dunque chi consuma poco facendogli pagare comunque tanto e premiare al contrario chi consuma molto.

F.B.