Tragica fine per un ristoratore italiano

Michele Mussinano (foto dal web)
Michele Mussinano (foto dal web)

Era arrivato a Ibiza per rifarsi una vita, ma il destino è stato crudele con Michele Mussinano, 48 anni, di Sacile, da sempre attivo nel campo della ristorazione. L’uomo è morto per una banale caduta dopo tre giorni di agonia. A dare notizia del decesso, su Facebook, la cugina Fiorenza De Vellis, che ha scritto: “Michele è mancato”. La famiglia di Michele Mussinano ha uno storico ristorante in piazza, ma lui aveva scelto di trasferirsi in Spagna insieme alla compagna Serena Zoccarato, 27 anni, di Belluno, alla ricerca di nuova fortuna.

Qualche giorno fa, il dramma: dopo aver terminato il lavoro ha parcheggiato l’auto e si è diretto verso la porta di casa, poi si è accorto di aver lasciato le chiavi nella vettura ed è tornato indietro, tentando di saltare un muretto per essere più rapido. A quel punto, è scivolato, battendo violentemente la testa. I soccorsi sono stati immediati e Michele Mussinano è stato sottoposto a un intervento chirurgico d’urgenza, che però non è servito a ridurre il grave trauma provocato dalla caduta.

Chiusa da giorni ‘La Piola’, il ristorante gestito dalla famiglia dell’uomo: “Ci scusiamo con la gentile clientela ma la serata di domani a La Piola viene annullata. Saremo chiusi per qualche giorno. Vi terremo informati”, scrivono su Facebook, ma in tutto il paese è grande la costernazione per questa prematura scomparsa. “Era entusiasta del progetto e innamorato di Serena”, raccontano alcuni commercianti, mentre Daniela Crobu, titolare dell’Antica Sacile e sua amica, spiega: “Lavorava 12 ore di fila e aveva ancora la battuta pronta. Rimarrà per sempre nel cuore di tutti”.

GM