Caso Guerrina: clamorose rivelazioni del marito

Guerrina e il marito Mirco (Web)
Guerrina e il marito Mirco (Web)

Al processo in corso in Assise ad Arezzo per omicidio volontario nei confronti di Padre Gratien Alabi, accusato del decesso di Guerrina Piscaglia, scomparsa da Ca Raffaello, in provincia di Arezzo, il cui cadavere non è mai più stato ritrovato, è stato il turno del marito della donna, Mirco Alessandrini. L’uomo, apparso piuttosto confuso, ha comunque fatto alcune rivelazioni importanti su alcuni episodi piuttosto significativi: “Una volta ero andato a comprare le birre ma quando sono tornato in canonica, invece di Padre Graziano mi ha aperto mia moglie, era accaldata e con la spallina abbassata. Chiesi a mio figlio Lorenzo cosa facessero la mamma e il frate in canonica, lui mi rispose che si scambiavano bacini”. Dopo queste parole Mirco è scoppiato in lacrime denotando una condizione psicologica piuttosto debole. In seguito ha aggiunto: “”Mentre andavamo in auto a Sestino, nel pomeriggio del primo maggio, Padre Graziano, sollecitato da me che gli avevo chiesto se avesse notato il giorno prima l’atteggiamento di Guerrina con l’ambulante (anche lui in passato sospettato e indagato per l’omicidio di Guerrina, n.d.r.), mi disse: vedrai che sarà innamorata”.

Infine un’altra importante novità processuale. Infatti Mirco non ha riconosciuto come appartenente alla moglie il borsello con l’assorbente che le sorelle avevano detto essere di Guerrina. Un elemento importante a favore della difesa.

F.B.

Leggi anche:

“Guerrina Piscaglia amava Padre Gratien

“Guerrina voleva rimanere incinta, voleva un figlio di colore”