Noventa, il duro sfogo dell’ex compagno della Sorgato

Il maresciallo Verde al centro con l'ex compagna Debora e la vittima Isabella Noventa (Web)
Il maresciallo Verde al centro con l’ex compagna Debora e la vittima Isabella Noventa (Web)

Il maresciallo Giuseppe Verde, ex compagno di Debora Sorgato, una degli arrestati per l’omicidio di Isabella Noventa, ha deciso di parlare, di rompere un silenzio che gli stava stretto perché in questi mesi sul suo conto si è detto tutto. Ora parla lui e ne ha per tutti. “Trovarmi coinvolto in tutto questo mi ha devastato psicologicamente e fisicamente, costringendomi a rivolgermi ad una psicologa per cercare di affrontarlo. Dopo otto anni con Debora mi sento tradito e tutti parlano senza sapere, facendo finta che le loro vite con i loro compagni siano diverse. Mi fidavo di una donna come tutti noi ci fidiamo di chi amiamo e sfido chiunque a pensare di controllare l’intimità della propria compagna come i suoi effetti personali. Mai avrei pensato di avere la mia fiducia tradita”. E’ questo uno dei passaggi della lettera inviata al programma televisivo Pomeriggio Cinque. Il suo messaggio si conclude poi così: “Sono stato accusato di tutto, di averla coperta, di non aver capito nulla di tutto quello che era successo, nulla di tutto questo – continua -. Chiedo solo una cosa: vi prego, spegnete i riflettori su di me e lasciatemi solo nel dolore. Non voglio più trovarmi tutte le sere giornalisti sotto casa alla ricerca di un’intervista, dichiarazione o quant’altro”.

F.B.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO