L’eroe che ha “abbracciato” il terrorista dell’Isis

Najih Shaker Al-Baldawi (foto dal web)
Najih Shaker Al-Baldawi (foto dal web)

Najih Shaker Al-Baldawi è stato acclamato come un eroe e molti chiedono che gli venga riconosciuta la Medaglia presidenziale alla libertà: la sua vicenda personale, avvenuta in Iraq, è divenuta virale nel giro di poco tempo. Il giovane ha infatti abbracciato un attentatore suicida per impedirgli di uccidere altre persone. Da quanto si apprende, il terrorista era in viaggio al santuario Sayyed Mohammad a Balad, in Iraq, dove aveva in programma di mettere a punto un attentato contro il luogo di culto. Ha però incrociato sul suo percorso Najih Shaker Al-Baldawi, che si è lanciato contro il jihadista appena si è accorto che questi aveva una cintura esplosiva.

Solo 37 sono stati uccisi e 70 feriti, grazie al nobile atto del giovane uomo, il cui corpo ha attutito l’impatto dell’esplosione, che avrebbe potuto fare centinaia di morti. “E evidente che il vile attacco contro il santuario si propone di suscitare tensioni settarie e trascinare l’Iraq indietro ai giorni bui del conflitto confessionale”, ha spiegato l’inviato dell’Onu Jan Kubis dopo il feroce attentato.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM