Selvaggia Lucarelli e la strage di Nizza: scandalo su facebook

Selvaggia Lucarelli fonte facebook
Selvaggia Lucarelli fonte facebook

mentre il mondo ancora piange le vittime di Nizza sui social network satnno rimbalzando le immagini crude dell’attentato che ha causato 84 vittime e più di 100 feriti. A scatenare la discussione su facebook è stata la diffusione dell’immagini più crunete sui social da parte della giornalista Selvaggia Lucarelli. L’opinionista, dopo aver pubblicato la foto di una bimba uccisa sul lungomare di Nizza da un camion, è diventata destinataria di commenti anche molto offensivi .

“Ho guardato questa foto e me la sono immaginata qualche attimo prima, col bambolotto sotto al braccio e il suo ditino che indicava i fuochi d’artificio” ha scritto la giornalista su Facebook poco dopo la tragedia sotto alla foto diventata simbolo dell’attentato.

Alcuni utenti, però, non solo non hanno apprezzato la decisione di postare l’immagine ritenuta eccessiva, ma l’hanno anche aspramente criticata. La Lucarelli dal canto suo ha risposto motivando la decisione rispondendo a tutti gli utenti.

“Le immagini crude sono altre e le ho viste, detto ciò ritengo che ognuno debba raccontare la realtà come crede” è stata una delle repliche della blogger che non ha mancato di far notare come la foto della bimba a Nizza sia su tutti i siti nazionali e internazionali.

LC