Aggredita e data alle fiamme: è caccia all’uomo

Soccorsi (repertorio, Roberto Serra/Iguana Press/Getty Images)
Soccorsi (repertorio, Roberto Serra/Iguana Press/Getty Images)

Choc in Toscana, dove una donna di 46 anni che lavora nell’ospedale di Lucca come barelliera è stata cosparsa di liquido infiammabile e data alle fiamme. Il tutto è avvenuto intorno all’ora di pranzo nei pressi dell’obitorio dell’ex ospedale Campo di Marte. Soltanto perché richiamati dalle urla, alcuni suoi colleghi sono usciti con secchi d’acqua a spegnere il fuoco.

Sul luogo dell’incendio, appena scattato l’allarme, sono subito intervenuti anche i vigili del fuoco, un’ambulanza e l’elisoccorso Pegaso che ha trasferito la donna in gravissime condizioni al centro grandi ustionati di Pisa. Le forze del’ordine avviato le indagini per ricostruire il grave episodio e quindi dare un volto e un nome al responsabile di quanto accaduto. In base alle prime informazioni, la donna aggredita avrebbe fatto il nome del presunto aggressore prima di essere trasportata in ospedale. Alcune fonti sostengono che l’uomo sarebbe già stato bloccato e viene interrogato dalle forze dell’ordine.

Pare che l’uomo si sarebbe presentato con una tanica di benzina, che dopo un litigio avrebbe versato addosso alla vittima mentre questa era vicino alla sua auto. Sotto choc i soccorritori: “Una scena terrificante. Bruciava e chiedeva aiuto. Spegnere le fiamme è stato difficile”, ha raccontato uno di loro.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM