Rosanna, quando l’amore di una mamma è più forte della malattia

Rosanna e la figlia Debora (Web)
Rosanna e la figlia Debora (Web)

La storia di Rosanna Ottelli e di sua figlia Debora è la dimostrazione lampante di quanto può fare l’amore di una madre anche contro una malattia inesorabile e mortale. La donna, 56 anni, ha vissuto un’intera vita di sacrificio, ha sempre dovuto lottare e ha cresciuto suo figlia da sola dopo che il marito fu stroncato da una malattia 18 anni fa. Rosanna aveva avuto un tumore negli anni ’90 ed era riuscita a sconfiggerlo. Aveva un obiettivo più grande: crescere sua figlia Debora e non lasciarla completamente sola. Pochi mesi fa il male si è ripresentato, ancora più aggressivo. Rosanna ha combattuto strenuamente ed è riuscita ad andare avanti, anche oltre le aspettative dei medici, sorretta da un ultimo grande desiderio: assistere al matrimonio della figlia. Debora si è sposata e sua mamma era presente. sia alla cerimonia che alla festa seguente. Malata, stremata da mesi di cure invasive, distrutta dall’avanzare inesorabile del cancro. Eppure lei c’era. E dopo averla vista diventare “donna”, Rosanna ha potuto dire addio a questa vita. Poche ore dopo le nozze della figlia le condizioni della donna 56enne si sono terribilmente aggravate. La situazione è precipitata e Rosanna è morta tra mille sofferenze in un letto d’ospedale. Distrutta dalla malattia, ma con la gioia di aver potuto vedere la figlia durante il suo matrimonio. La sua missione l’aveva compiuta. Crescere una figlia da sola e condurla alla vita adulta in modo sereno. Una storia d’amore che resterà per sempre e che va ben oltre quello che una malattia può portare via.

F.B.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO