Freddy Sorgato e Isabella Noventa (foto dal web)

Freddy Sorgato e Isabella Noventa (foto dal web)

Il delitto di Isabella Noventa, la 55enne segretaria di Albignasego, scomparsa da Padova a metà gennaio, per il cui delitto sono indagati Freddy Sorgato, sua sorella Debora e Manuela Cacco, attuale fidanzata del ballerino, arrestati con l’accusa di omicidio premeditato in concorso, ha un punto cruciale sul quale gli inquirenti si stanno arrovellando: che fine ha fatto il corpo? L’ipotesi che non sia finito nelle acque del fiume Brenta come si era sempre pensato ormai è quasi una certezza. E lo scenario che si fa sempre più strada nei pensieri degli inquirenti è quella che il corpo di Isabella Noventa sia stato gettato in un cassonetto della spazzatura. E proprio per questo è stato chiesto l’ausilio dell’Aps, azienda che si occupa di gestione e smaltimento rifiuti nella città veneta. L’avvocato della famiglia Noventa, Gian Mario Balduin, spiega: “È l’ipotesi più plausibile a questo punto, sia per il lavoro che faceva Debora, sia per lo sfregio che rappresenta gettare una persona in un cassonetto. Ho chiesto tramite una lettera all’Aps come vengono smaltiti i rifiuti, se i sacchi neri vengono aperti e controllati oppure no. Sto attendendo una risposta.

F.B.