Terremoto, la terribile strage dei bimbi che dormivano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:37
FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Sono tantissimi. Stavano tutti dormendo al sicuro nelle loro camerette, comodi e sognanti nei loro lettini. Sono tutti i bambini sorpresi nel sonno dal sisma. Molti di loro purtroppo non ce l’hanno fatta e, a fronte di qualche miracoloso salvataggio, restano tantissimi i piccolini che sotto le macerie della propria camere e della propria casa hanno perso la vita. Il più piccolo si chiamava Stefano Tuccio e aveva soltanto 8 mesi. Viveva con il papà Andrea, la mamma Graziella e il fratello Riccardo, di 8 anni. La loro casa è stata travolta dal crollo della Chiesa di Accumoli che ha sventrato e ridotto in briciole l’abitazione. Quando i soccorritori l’hanno tirato fuori sembrava ancora vivo, ma poco dopo nell’ambulanza ha smesso di respirare. Suo padre e sua madre sono stati ritrovati poco dopo, abbracciati senza vita nel letto in un ultimo disperato gesto d’amore. L’ultimo corpo uscito da quella casa è quello del fratellino, estratto in fondo alle rovine della casa, coperto di polvere e detriti e anche lui senza più vita.

C’è poi la storia di Marisol Piermarini, la bimba di 18 mesi morta sotto le macerie mentre era in vacanza con i genitori nella loro casa di Arquata del Tronto. Loro si sono salvati e la mamma, che era scampata al terremoto de L’Aquila, dal suo letto d’ospedale continua a chiedere di lei. Non le hanno ancora detto che Marisol non c’è più. Nel triste elenco delle piccole vittime spicca la storia dei due gemellini di 6 anni di Amatrice. Uno di loro, Andrea, è morto subito. Il fratellino invece era vivo, è stato sottoposto a massaggio cardiaco, ma il suo destino rimane appeso ad un filo.

Il terremoto ha portato via tutto e anche per i sopravvissuti, come la piccola Giorgia estratta viva dalle macerie dopo oltre sedici ore, nulla sarà più come prima. Il vigile del fuoco che l’ha salvata ha dichiarato: “Spero che la piccola si dimentichi al più presto di quello che ha vissuto”. Ma anche lui sa che non sarà semplice, anzi sarà quasi impossibile.

F.B.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO