Vuole fare un regalo alla figlia, ma viene arrestato

(websource/mirror.co.uk)
(websource/mirror.co.uk)

Voleva regalare un cucciolo a sua figlia per il suo compleanno, per farlo però ha deciso di aggredire una donna. Thomas Stokes, uomo di 47 anni, ha sferrato un pugno sul volto di Elizabeth Swain nella sua casa di Abergavenny, nel sud del Galles. L’animale che voleva rubare ha un valore di circa 1200 sterline. Secondo quanto riportato da fonti della polizia, la donna aveva ricevuto una chiamata da un uomo che le aveva chiesto se poteva recarsi a casa sua per poter guardare i cuccioli che aveva deciso di mettere in vendita. L’uomo aveva mostrato di essere deciso all’acquisto e che aveva una certa fretta perché intenzionato a fare una sorpresa per il compleanno della figlia. Arrivato dopo qualche ora, l’uomo ha chiesto alla donna se poteva prendere un cucciolo per mostrarlo alla figlia che era rimasta in auto. Ma la proprietaria ha iniziato a sospettare che qualcosa potesse andare storto: “Non c’era nessun bambino in auto – ha riferito ad un quotidiano locale – e se doveva essere una sorpresa perché mostrarlo subito a sua figlia?”

Il signor Stokes ha deciso così di colpire la donna con un pugno causandole un ecchimosi sotto l’occhio destro. Subito dopo è entrato nella sua Volkswagen Golf con il cane ed è scappato a tutta velocità. La donna ha così chiamato la polizia che ha sottolineato come la stessa fosse chiaramente in difficoltà e stordita per l’aggressione ricevuta: “Sono diventata vulnerabile dopo quell’attacco, ora mi sento sicura solo quando sono a casa. Da persona sicura e indipendente, ora sono diventato ansiosa e insicura”. Martin Stokes è stato arrestato un mese dopo l’aggressione. Accusato di rapina, si è dichiarato colpevole del furto e dei danni provocati. Dopo qualche mese però, il figlio dell’uomo si è presentato alla polizia e ha cercato di prendersi la colpa per ciò che aveva commesso il padre. L’avvocato dell’uomo aveva così motivato la scelta: “La prospettiva di una condanna fa paura al mio assistito, è davvero sconvolto. Ha commesso una sciocchezza”. Il signor Stokes ha due bambini e sua moglie sta per donargli un altro figlio, ma nonostante ciò è stato condannato a cinque anni di prigione per furto e aggressione. Il figlio, Martin Stokes, è stato condannato a 10 mesi di carcere.

C.C.