Novità sulla salute di Giorgia, la bimba estratta viva dalle macerie

La piccola Giorgia estratta viva dalle macerie dopo 16 ore (Websource)
La piccola Giorgia estratta viva dalle macerie dopo 16 ore (Websource)

La piccola Giorgia, 4 anni, era rimasta sedici ore sotto le macerie ed era stata salvata dal sacrificio della sorellina Giorgia di 9 anni che l’aveva protetta col suo corpo. La bambina, ricoverata in gravi condizioni all’Ospedale ‘Mazzoni’ di Ascoli Piceno, è stata oggi dimessa. Una notizia stupenda che getta una nuova luce di speranza su tutti coloro che sono rimasti senza casa e che hanno perso tanti cari affetti durante il terremoto che ha devastato alcune zone del centro Italia. Adesso la piccolina resterà ancora qualche giorno ad Ascoli per altre cure in day hospital, così come la madre, anche lei ferita nel crollo della loro casa. Giorgia nei primi giorni dopo il suo salvataggio non riusciva più a parlare a causa dello choc subito e in particolare dell’aver visto la sorellina morire proprio sopra di lei. Il lavoro degli psicologi dell’ospedale di Ascoli è stato encomiabile e pian piano la bimba è riuscita a superare almeno parzialmente il trauma e a rispondere alle domande dei medici. Il giorno in cui si sono svolti i funerali solenni delle vittime era il 27 agosto, la stessa data del compleanno della bambina. Così in una palestra di Ascoli Giorgia ha ricevuto la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che le ha portato in dono una bambola.

F.B.