Omicidio Seriate (Websource/archivio)

Omicidio Seriate (Websource/archivio)

Gianna Del Gaudio è morta per una coltellata alla gola la notte tra il 26 e il 27 agosto, l’omicidio, avvenuto a Seriate continua a creare scompiglio nell’opinione pubblica. La famiglia dell’unico indagato, Antonio Tizzani fa scudo e ne dichiara l’assoluta innocenza. A mettere le cose in chiaro è soprattutto il figlio, Paolo, che così dichiara: “Quando sono entrato in casa ho trovato mia madre in terra in una pozza di sangue. Era in cucina a pancia in giù, il sangue era arrivato sino all’ingresso e l’ho evitato. Ho visto negli occhi mio padre e gli ho chiesto di scatto cosa aveva fatto, poi ho notato che sui suoi vestiti non c’erano macchie di sangue e ho avuto la certezza che non era stato lui”.

La moglie di Paolo, Elena ha voluto chiarire anche la propria posizione sulla falsa testimonianza in merito ad un presunto uomo incappucciato che bussava alla propria porta: “Mi sono inventata tutto e per questo chiedo scusa, non pensavo che questa bugia potesse danneggiare le indagini. Prima che venivamo a vivere qui stavamo in un condominio e lì mi sentivo più protetta. Qui, invece, ho sempre avuto timore e speravo che con questa bugia riuscissi a convincere mio marito a farsi dare meno turni di notte. Io e Paolo stavamo pensando a fare un altro figlio, ma dopo quanto accaduto a mia suocera ci siamo fermati. Credo fermamente nell’innocenza di Antonio e spero che le forze dell’ordine riescano presto a catturare il malvivente che l’ha uccisa”. Intanto proseguono le indagini sul coltello a serramanico contenuto in un borsello che Antonio aveva a portata di mano in casa. La presenza dell’arma ha fatto subito pensare al marito dell’ex professoressa come possibile indagato. Ora però emergono nuovi possibili scenari. La lama di proprietà di Antonio, infatti, sarebbe troppo piccola per aver provocato un taglio tanto profondo alla gola della signora Del Gaudio, inoltre gli inquirenti stanno cercando di capire perché l’uomo avesse comunque con se un’arma. Si pensa che Antonio molto probabilmente avesse paura di qualcuno. Tra i tanti misteri che infittiscono il caso c’è poi quello della collanina scomparsa dal collo dell’ex professoressa. La signora Del Gaudio, infatti, non se ne separava mai, ma da quella notte del gioiello non vi è più alcuna traccia.

Antonio Russo