Torna dal lavoro: lo schianto con un camion è tremendo

Michele Fabbro (foto dal web)
Michele Fabbro (foto dal web)

Ancora sangue sulle strade italiane: un incidente stradale mortale è avvenuto nel pomeriggio di ieri lungo la cosiddetta “Strada Ferrata”, ovvero la provinciale 95 che dal Medio Friuli conduce verso la provincia di Pordenone. La vittima di questo drammatico sinistro si chiamava Michele Fabbro ed aveva solo 26 anni. In base a quanto ricostruito, il ragazzo era alla guida della sua auto quando, all’altezza di Varmo, ha perso il controllo della vettura. Si è così schiantato contro un autoarticolato che proveniva dalla parte opposta e a causa dell’impatto violentissimo, il giovane – classe 1990 – è morto sul colpo. Sul luogo della drammatica sciagura sono giunti nel giro di breve tempo i vigili del fuoco, l’elicottero del 118 decollato dalla Centrale operativa di Udine e un’ambulanza giunta da Pordenone.

Michele Fabbro viveva a Camino al Tagliamento insieme alla sua fidanzata, lavorava in una ditta della vicina Morsano al Tagliamento e nel tempo libero amava giocare a calcio nel ruolo di attaccante in una squadra di terza categoria, la Castionese. Al momento dell’impatto con il tir, guidato da un uomo di Perugia, nel quale Michele Fabbro non ha avuto scampo, il giovane stava rientrando dal lavoro. Le indagini dei carabinieri stabiliranno le cause dell’incidente, anche se sembra chiaro che il conducente del tir non ha potuto far nulla per evitare l’impatto.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM