Terremoto, due forti scosse nella notte

(TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)
(TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

Quella di Amatrice ed Accumoli è stata una notte di paura e ansia. Infatti la terra si è messa ancora a tremare. La prima scossa è stata registrata alle 2:52 in provincia di Ascoli Piceno. Di magnitudo 3.0 è stata avvertita distintamente anche in Marche, Umbria e Lazio. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), l’epicentro è stato tra Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e Accumoli (Rieti), proprio due dei centri più colpiti dal sisma del 24 agosto. Qualche ora dopo, alle 5:54, si è verificata una nuova scossa di magnitudo 2.1 con epicentro tra Amatrice e Accumoli. Intanto arriva qualche buona notizia per gli sfollati che vivono nelle tende. Infatti oggi le tendopoli di Amatrice saranno liberate e smantellate, e le aree individuate per la realizzazione dei moduli abitativi saranno pronte ad essere abitate con l’arrivo delle cosiddette «casette». Si tratta sempre di soluzioni temporanee, ma senza dubbio rappresentano un grosso passo in avanti rispetto alle tende, considerato anche l’imminente stagione fredda. Finisce così dopo 52 giorni la fase di emergenza immediata. Ora dovrebbe iniziare quella della ricostruzone, ma usiamo il condizionale perché purtroppo la storia italiana ci ha insegnato in tante occasioni che non sempre le cose in questi casi vanno come ci si aspetta.

F.B.