Ancora crolli, quanti danni per il patrimonio artistico della Tuscia

(websource)
(websource)

Continuano ad arrivare notizie dopo la scossa di terremoto delle 7.40 con epicentro Norcia. Danni anche in tutta la Tuscia. A Nepi è crollata la palla medicea del palazzo comunale, a Civita di Bagnoregio sono state segnalate crepe sul campanile della chiesa e  il sindaco Francesco Bigiotti ha fatto transennare l’area nei pressi di piazza del Vescovado, mentre la protezione civile sta effettuando diversi sopralluoghi. Anche a Caprarola tanti danni: evacuati il duomo, la casa famiglia e alcuni palazzi del centro storico, già transennato. I vigili del fuoco hanno già effettuato un sopralluogo all’interno del duomo e, secondo quanto si è appreso, la facciata si sarebbe distanziata dal muro di qualche centimetro e all’interno sarebbero stati riscontrati gravi problemi strutturali.

La Prefettura di Viterbo sta coordinando i sopralluoghi in tutta la Provincia coordinati dal Prefetto Rita Piermatti e il vice Prefetto Immacolata Amalfitano, in collaborazione con i Vigili del Fuoco e tutte le altre forze dell’ordine e i componenti del centro coordinamento soccorsi. I vigili del fuoco sono al lavoro da stamattina presto. La sala operativa del comando provinciale è sovraccarica. Tantissime le richieste che stanno arrivando per verificare crepe e lesioni nelle abitazioni di tutta la provincia. Non sembra però ci siano danni gravi e, per fortuna, neanche feriti. In centrale si è raddoppiato il turno e il personale di colonna mobile (9 persone) si è già diretto verso Norcia, epicentro del sisma.

C.C.