Il bagnetto alla figlia neonata diventa orrore -FOTO

Il bagnetto alla figlia neonata diventa orrore
Il bagnetto alla figlia neonata diventa orrore

Il bagnetto alla figlia neonata finisce in tragedia. Succede a Grove, nell’Oxfordshire, siamo in Inghilterra. Jasmine Gregory, mamma 24enne, ha riempito la vasca ed ci ha messo dentro la piccola Robyn di 14 mesi, poi sii è allontanata per andare a lavare i piatti. In questo frangente la 24enne sarebbe stata colta da un’amnesia passeggera: la donna ha raccontato ai giudici di essersi dimenticata di sua figlia e che non riusciva più a ricordare dove l’avesse lasciata fino alla drammatica scoperta in bagno: Robyn era morta annegata.

A due anni di distanza dai fatti la donna finita davanti i giudici dell’Oxford Crown Court per un processo durante il quale si dovrà decidere se accusarla di omicidio. Ad aggravare la situazione il fatto che Jasmine, subito dopo aver lasciato la figlia nella vasca, si sia scolata una bottiglia di sidro. La 24enne ha riferito di aver completamente rimosso i fatti: colta dal panico, è corsa in strada chiedendo ai passanti se avessero visto Robyn. Una disperazione che ha attirato l’attenzione di una vicina di casa che è entrata in casa con lei e si è messa alla ricerca della piccola. Robynfino alla drammatica scoperta.

Il procuratore Oliver Saxby non ha dubbi: dovrebbe finire dietro le sbarre per omicidio e abbandono di minori. “Ha lasciato la sua bambina in una vasca per adulti da sola per il tempo sufficiente per farla annegare. Si tratta di negligenza”. Jasmine si è dichiarata non colpevole di entrambi i reati.

LC

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO