“Senza volto”, il peggiore tra i terroristi

abu-walaa

Grave colpo inferto all’Isis da parte della polizia tedesca. Sono stati arrestati cinque uomini che avrebbero reclutato giovani musulmani per l’organizzazione terroristica soprattutto in Bassa Sassonia e Nordreno-Vestaflia. Tra gli arrestati c’è un “predicatore” detto “senza volto” e considerato “il peggiore” in ambienti della sicurezza. Lo riferisce il sito del quotidiano Sueddeutsche Zeitung. Si tratta di un 32enne iracheno noto come Abu Walaa, sotto indagine dall’anno scorso. Gli arresti sono stati resi possibili dalla testimonianza di un 22enne rientrato in Germania dopo aver combattuto a fianco dei miliziani dello Stato Islamico in Siria. In un’intervista rilasciata in Turchia ai reporter di WDR e NDR e alla Sueddeutsche Zeitung, il 22enne ha indicato Abu Walaa come il “numero 1” dell’Isis in Germania.

Il «predicatore senza volto», 32 anni, si fa chiamare Abu Walaa ma il suo vero nome è «Ahmad Abdelazziz A.». Le indagini sono durate mesi (dall’autunno dell’anno scorso). I reclutatori sono sospettati di agire per conto dell’Isis e vengono accusati di sostegno ad organizzazione terroristica: avrebbero aiutato a livello logistico e finanziario giovani musulmani a recarsi all’estero per la «guerra santa». Alla fine di luglio c’erano state perquisizioni, tra l’altro in una moschea della periferia nord di Hildesheim, considerata un «importante luogo di incontro degli ambienti salafiti» a livello nazionale.

C.C.