Boldrini, offese sui social. Denunce ai colpevoli? – VIDEO

(Andreas Solaro/Getty Images)
(Andreas Solaro/Getty Images)

Torna sul tema dei messaggi d’odio su Internet durante un incontro organizzato presso il Campus Luigi Einaudi dell’Università degli Studi di Torino, Laura Boldrini. “Ho fatto i nomi di chi mi insulta sui social perché tutti devono sapere chi sono. I tuoi amici lo devono sapere, la tua famiglia, il tuo datore di lavoro deve sapere chi sei. Ognuno si assume le proprie responsabilità”, ha spiegato il presidente della Camera, spiegando il motivo per il quale ha deciso di pubblicare i nomi di chi ha osato offenderla.
Venerdì scorso infatti, la Boldrini aveva deciso di rendere noti i nomi, i cognomi e i messaggi che da tre anni e mezzo, da quando ha iniziato cioè a svolgere il suo ruolo istituzionale, le arrivano attraverso i social network. “Se scrivi sconcezze”, ha dichiarato ancora, “messaggi violenti, devi assumerti la responsabilità di quello che fai. Ho deciso di fare una selezione da una galleria degli orrori che è vastissima. Questi sono solo alcuni, una decina dell’ultimo mese, per fare un’operazione verità”. La presidente della Camera ha ribadito di aver ricevuto delle scuse e di stare valutando se renderle o meno pubbliche. “Non ho intenzione di denunciarli. Mi hanno chiesto di pubblicare il loro messaggio di scuse, ci sto riflettendo, non so se lo farò”.
Sempre su iniziativa della Boldrini, questa settimana a Montecitorio è stato organizzato un incontro con giornalisti ed esperti di comunicazione sulle notizie false online e i messaggi d’odio.

BC