Bimba va al parco con lo zio e qui accade l’incredibile

13346823_10206501228238155_4537679833409770861_n

Deplorevole episodio avvenuto a Pescara, in Abruzzo. Un 51enne ha abusato sessualmente della figlia della compagna del suo ex suocero, toccandola nelle parti intime e facendosi toccare i genitali. Il tutto è avvenuto in pubblico, in un parco fra Montesilvano e Pescara. E questa è stata solamente l’ultima di una serie di molestie ancora da accertare che ha dovuto subire una bambina di 10 anni. Ovviamente, l’uomo è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Pescara con l’accusa di violenza sessuale su minore. Il tutto è iniziato lo scorso ottobre quando una domenica pomeriggio la bimba era andata al parco assieme allo zio e ad altri tre bambini suoi coetanei. Con loro era presente anche il 51enne, operaio, persona della quale tutti si fidavano, in quanto la madre della bimba è l’attuale compagna del suo ex suocero, con il quale era rimasto in ottimi rapporti. In quel pomeriggio, appena lo zio si è allontanato, i bambini sono rimasti da soli insieme a quello che poi si sarebbe rivelato un ‘orco’, ed è in questo momento che sono iniziati gli abusi, senza pensare al fatto che a poca distanza c’erano anche altre persone che hanno assistito alla scena. Fra queste c’era una donna, la mamma di una bimba che è intervenuta mettendo in fuga l’uomo. Successivamente sono scattate le indagini che hanno accertato come la famiglia della piccola fosse completamente estranea ai fatti e qui si è scoperto che probabilmente le molestie andavano avanti già da qualche tempo. La piccola infatti è stata ascoltata due volte dagli agenti della Mobile e da una psicologa, confessando di essersi liberata di “un grosso peso”.


M.O.