Pornoattore e pusher nei festini gay: finisce in manette

Massimo Scarpat (foto dal web)

C’è anche Massimo Scarpat, in arte “Max Scar”, il pornoattore pugliese di 34 anni che già a fine novembre era stato arrestato dai militari del Nas per un’altra vicenda di droga nel Milanese, tra i destinatari dei provvedimenti che hanno portato i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso, in provincia di Milano a eseguire nei giorni scorsi quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere per spaccio di sostanze stupefacenti. I quattro fornivano droghe sintetiche a un giro di festini omosessuali nella zona. L’inchiesta era partita seguendo un uomo di 53 anni che consegnava vino a domicilio e che, in realtà, assieme all’alcol portava cocaina.

In un secondo momento, era stato individuato il capo della banda, un uomo di 54 anni che si faceva inviare droga sintetica dall’Olanda per rivenderla soprattutto a due spacciatori: il pornoattore e un commerciante di 41 anni. Due le tranche dell’inchiesta, mentre si apprende che per spacciare le droghe sintetiche venivano utilizzate chat dedicate. Durante le indagini sono stati accertati diversi casi di emorragia causati dall’abuso delle droghe, poiché a quanto pare i festini si protraevano per giorni interi, iniziando il venerdì e finendo di lunedì mattina.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM