Quella bimba affittata dalla mamma per incontri hot

(Websource / Mirror)

Ha “affittato” la figlioletta di neppure 12 anni a un uomo di 44 anni, che l’ha usata per oltre un anno come oggetto sessuale, per poi restituirgliela. Per questo Amy Floyd Morgan è stata accusata di “traffico di esseri umani” e “concorso in abusi sessuali”. Gli incontri hot avvenivano in un motel dove la bambina veniva accompagnata ogni sera dalla mamma, per soddisfare i desideri dell’uomo, tale Rama Raji Erramraju, a Oneonta, in Alabama (Stati Uniti). E i pagamenti erano a quanto pare rigorosamente in contanti.

La donna è stata arrestata lo scorso mercoledì e subito trasferita nel carcere della Contea di Blount. Anche l’uomo è stato accusato di traffico di esseri umani, adescamento di minore per scopi immorali e abusi sessuali su minore, e posto in custodia cautelare. A quanto si apprende, Morgan ha altre tre figli e in passato ha lavorato come spogliarellista in un night club. Secondo il procuratore distrettuale Pamela Casey, la donna avrebbe ripetutamente portato la figlia da Erramraju, domiciliato presso la camera 106 del Covered Bridge Inn di Oneonta, tra il giugno 2015 e l’agosto 2016. Le autorità hanno appurato inolte che l’uomo ha avuto rapporti sessuali con la bambina in “molteplici occasioni”. Data l’età della vittima e la tipologia di reati commessi, tuttavia, non sono stati resi noti ulteriori dettagli su questa vicenda. Tim Kent, deputato della Contea di Blount, si è limitato a commentare con la WBRC che”fare una cosa del genere a una bambina è a mio avviso imperdonabile”. Come dargli torto?

EDS