Francesca sotto choc: “Ero mano nella mano con Stefano…”

Francesca e Stefano (Facebook)

I soccorsi lavorano senza sosta- VIDEO

Francesca Bronzi, 25 anni, era in vacanza insieme al fidanzato Stefano Feniello. La giovane è stata tirata fuori per prima dalle macerie ed è apparsa visibilmente e comprensibilmente sotto choc. In un primo momento ha detto di essere mano nella mano con il suo Stefano, poi ha detto di non ricordare. Una confusione più che giustificabile viste le tante ore sotto le macerie. Il ragazzo, 28 anni, è vivo, ma al contrario di quanto si pensava sarebbe ancora dentro al Rigopiano. Lui e Francesca facevano parte di un gruppo di superstiti individuati nella notte. Stando ad alcune indiscrezioni era in un luogo diverso da quello in cui sono stati ritrovati i superstiti di ieri. Un luogo più impervio e molto più difficile da raggiungere. I soccorritori, stando a quanto si apprende, avrebbero aperto per questo motivo un nuovo varco all’interno della struttura per giungere a loro. Operazione delicatissima e pericolosa, operazione che ha richiesto e richiede molto tempo e tanta pazienza da parte dei parenti in attesa.

Dopo il contatto di ieri sera tra il papà di Stefano, Alessio Feniello, ed il sindaco di Valva, Vito Falcone, in cui si annunciava il ritrovamento di suo figlio e di Francesca, anche questa mattina uno scambio di notizie, con un lapidario «Siamo in attesa» da parte dell’uomo. È l’estenuante attesa dei familiari, consci delle grandissime difficoltà che i soccorritori stanno riscontrando nel tirare fuori Stefano, come gli altri che sono ancora lì. I genitori sono sul posto da ieri, da quando hanno ricevuto la notizia del ritrovamento. Da Valva sono partiti questa mattina, invece, altri due zii ed alcuni cugini.

F.B.