Trump “grazia” Putin: bufera nel suo partito – VIDEO

Trump e Putin (websource)

Vladimir Putin viene additato come “un assassino” e in un’intervista alla Fox News il presidente Usa Donald Trump replica sottolineando: “Pensate l’America sia così innocente?”. Spiega il primo inquilino della Casa Bianca, che già nelle scorse settimane aveva mostrato segnali di apertura nei confronti del presidente russo: “Io lo rispetto. Se ci andrò d’accordo si vedrà”. L’intervista ha suscitato ancora più scalpore perché questa presa di posizione arriva durante il rituale colloquio a margine dell’incontro di Super Bowl con uno degli anchor di punta di Fox, Bill O’Reilly.

Spiega Trump: “Io rispetto Putin. Rispetto molte persone, ma non vuol dire che andrò d’accordo con lui, si vedrà”. Le parole del presidente Usa suscitano immediatamente un vespaio di polemiche, con il leader della maggioranza repubblicana al Senato, Mitch McConnell, che ricorda come Putin sia “un ex agente del Kgb e un delinquente”. Poi aggiunge: “Non credo ci sia alcuna equivalenza tra la maniera in cui si comporta la Russia e gli Stati Uniti”.

“Non mi metterò a criticare ogni commento del presidente”, rileva McConnell, “ma io credo che l’America sia eccezionale, l’America è diversa, in nessun modo operiamo nello stesso modo dei russi. Sussiste una distinzione chiara che tutti gli americani comprendono e io non avrei caratterizzato la cosa in quel modo. Ovviamente non vedo la questione nello stesso modo” in cui la vede il presidente. Parole a cui fanno eco quelle di un altro esponente di spicco del partito, il senatore Marco Rubio, twitta: “Quando mai un attivista politico dei democratici è stato avvelenato dal Gop (il partito repubblicano, ndr) o viceversa? Noi non siamo la stessa cosa di Putin!”.

 

GUARDA VIDEO

GM