Scooter contro auto, tragico schianto: grave figlia tredicenne, per il padre nessuna speranza

(Archivio/Websource)

Nel pomeriggio di ieri, sulla Provinciale che da Bodio Lomnago porta a Varese terribile è stato lo schianto che ha coinvolto un padre e una figlia che viaggiavano sul loro scooter. Forse una svista? O può darsi una serie di manovre errate. Sta di fatto che una macchina, alla guida della quale si trovava un novantenne di nazionalità tedesca, residente nel Varesotto, li ha travolti, e per il cinquantenne padre di famiglia non c’è stato più nulla da fare. Angelo Portesani, classe 1959, residente a Travedona Monate, ha perso così la vita. La figlia tredicenne è rimasta ferita, inizialmente ricoverata in prognosi riservata e poi, fortunatamente, solo per ferite lievi. Non chiara, fino alla tarda serata di ieri, la dinamica dell’incidente. Secondo quanto appurato dai carabinieri di Varese intervenuti sul posto, pare che le manovre errate che hanno portato alla collisione tra auto e scooter siano state diverse. L’uomo ha perso quasi subito la vita, sebbene prontamente siano accorsi i sanitari del 118, mentre la figlia è stata sbalzata sulla carreggiata, e trasportata in ospedale in stato di choc. Ferito lievemente anche il conducente della vettura contro cui lo scooter di padre e figlia si è schiantato. Tuttora l’anziano si trova in stato confusionale per il trauma psicologico dovuto all’accaduto. Padre e figlia erano diretti a Varese, mentre il novantenne  si stava immettendo sulla Provinciale da una laterale. Potrebbe essere successo che il novantenne non abbia rispettato lo stop o, forse, è stato il cinquantenne a effettuare una manovra inconsulta. Ancora, potrebbe esserci stato un concorso di colpa. Negativo l’alcoltest al quale l’anziano guidatore è stato sottoposto come da prassi.
BC