Stupro e pedopornografia: condannato un campione di Bmx – FOTO

Fabian Meharry (foto da Instagram)

Fabian Meharry, un campione di Bmx, è stato dichiarato colpevole per 62 episodi dei quali era accusato, in base ai reati di stupro e pedopornografia, in una vicenda che coinvolge ragazze di età compresa tra 11 a 17 anni, sue vittime. Nel corso del procedimento giudiziario traumatico, il ciclista è stato definito come “sadico” e come “mostro di depravazione”, in quanto avrebbe ricattato ragazzine vulnerabili, costringendole ad atti orribili, con la minaccia di pubblicare le loro foto esplicite on-line. Il 28enne avrebbe tra l’altro costretto una ragazza a fare sesso con il fratello, mentre altre sarebbero state costrette ad avere rapporti con animali, riprendendosi in webcam.

La giudice Liz Gaynor ha spiegato che Fabian Meharry ha compiuto quei reati per un decennio ed è stato definito “crudele” e “dominatore”. La corte ha potuto ascoltare testimonianze di ragazze, le quali hanno raccontato di aver chiesto in più occasioni al campione di Bmx di fermarsi in quegli sconvolgenti abusi. “Fisicamente non ce la faccio più”, aveva provato a dire una giovane, ma Fabian Meharry aveva ribattuto: “Sbrigati, stai sprecando tempo”. Altre minacce erano: “Se non ti concedi, metterò le tue foto online e le farò diventare virali”. Una ragazza che aveva 14 anni all’epoca degli abusi ha spiegato che il ciclista ha rubato la sua innocenza. 22 in tutto le ragazze finite nella rete di Fabian Meharry, che è stato infine condannato a 12 anni di reclusione, dei quali dovrà scontarne almeno dieci, prima di avere eventualmente diritto a qualche sconto di pena. Aveva già passato 18 mesi in carcere al momento della sentenza.

GUARDA PHOTOGALLERY

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM