Molestie sessuali in volo

Heidi McKinney, 26, arrestata per molestie sessuali su un volo dell’Alaska Airlines (websource)

Una donna ha ammesso di aver molestato sessualmente un’altra passeggera su un volo dell’Alaska Airlines perché ubriaca. Heidi McKinney, 26, è stata arrestata in seguito alle accuse della vittima, che l’ha denunciata non appena giunti a destinazione. L’aereo era diretto a Portland da Las Vegas. La vittima ha denunciato alla polizia di essere stata toccata in modo inappropriato, e senza il suo consenso, da un’altra passeggera del volo. “McKinney si è comportata in questo modo con l’intento di umiliare e molestare la vittima”, ha dichiarato il suo avvocato Ravi Sinha alla Corte di Portland, “Ha sia toccato le parti intime della vittima, che detto frasi oscene e irriverenti”. McKinney è stata arrestata l’8 maggio dello scorso anno. Il grand jury, giuria federale che si occupa di verificare che le prove siano sufficienti per iniziare un processo penale, ha dichiarato l’imputata colpevole di contatto sessuale abusivo. La pena massima è di 10 anni dietro le sbarre e una multa di $250000, €230000 circa. Comunque, entrambi gli avvocati di accusa e difesa, suggeriranno 3 anni di libertà vigilata. Il giudice non è comunque costretto ad accettare la loro proposta. McKinney ha già due condanne per guida in stato di ebrezza a suo carico, una del 2008, l’altra del 2015. Ha infatti appena completato una cura in un centro di riabilitazione per alcolisti vicino Portland. Il suo fidanzato ha dichiarato alla polizia che il corpo di McKinney non metabolizza l’alcol come la maggior parte delle persone e “questo è quello che succede”. Al momento è in libertà vigilata, a patto che non faccia uso di alcol o droghe e che ottenga un permesso dal giudice prima di prendere qualsiasi aereo. La sentenza è programmata per il 19 giugno.

Lavinia C.

Tutte le News di Oggi – VIDEO