Si aggrava il piccolo Bradley, mascotte del calcio inglese – FOTO

Bradley Lowery e il suo idolo Jermain Defoe (foto dal web)

Si aggravano le condizioni del piccolo Bradley Lowery, bambino di cinque anni malato terminale di cancro, a pochi giorni dall’abbraccio con l’attaccante del Sunderland Jermain Defoe, poco prima della vittoria della nazionale inglese per 2-0 contro la Lituania a Wembley, davanti a 77mila spettatori e a milioni di persone che guardavano la partita a casa. Il bambino, ormai una mascotte del calcio inglese, aveva calciato e segnato un rigore al portiere del Chelsea Begovic poco prima della partita con il Sunderland, e aveva stretto amicizia con Defoe, che però nelle scorse ore non ha potuto visitarlo in ospedale.

I familiari hanno pubblicato nelle scorse ore una foto di Bradley Lowery col volto triste, su un letto di ospedale, con un tubicino che gli entra nel petto, spiegando che il piccolo non vuol farsi vedere in quelle condizioni dal “suo migliore amico”. Nei giorni scorsi, mamma Gemma, 33 anni, e papà Carl, 32 anni, hanno spiegato che da quando ha scoperto che sarebbe stata una mascotte della nazionale inglese il loro bambino non ha mai smesso di parlare di questo e del suo idolo Jermain Defoe. Hanno twittato la gioia del loro figlio “nell’ascoltare che il suo migliore amico era stato convocato per la nazionale inglese”. Un video mostra proprio mamma Gemma mentre spiega al figlio che il suo idolo è stato riconvocato in nazionale.

Defoe, che ha 34 anni e con l’Inghilterra ha realizzato 19 reti in 55 incontri, era uscito dal giro della nazionale il 15 novembre 2013, dopo la sconfitta 2-0 contro il Cile. Peraltro, proprio un suo gol, il ventesimo, ha sbloccato il risultato del match contro la Lituania. Bradley aveva avuto modo di abbracciare il suo idolo dopo la partita con l’Everton: “E’ stato sorprendente. Ho avuto modo di incontrare Jermain Defoe, che è il mio calciatore preferito e tutti pronunciavano il mio nome. Grazie a tutti”, aveva raccontato il bimbo. Proprio l’Everton aveva fatto una donazione di 200mila sterline per la famiglia del bambino. Il mese scorso, per i genitori del piccolo era arrivata la doccia fredda, con la scoperta di un nuovo tumore.

“Purtroppo i risultati non sono quello che volevamo sentire”, avevano fatto sapere con un post su Facebook, sottolineando che si è sviluppato “un nuovo tumore sulla parte inferiore della schiena”. Avevano aggiunto: “Come potete immaginare siamo devastati e abbiamo il cuore spezzato”. Molto dipenderà dalla biopsia, intanto però Bradley Lowery ha iniziato nelle scorse ore un nuovo trattamento. “Perché la vita è così crudele? Perché il nostro piccolo non ha un po’ di tregua”, commentano infine allibiti i genitori.

GUARDA FOTO

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM