(Websource/web)

Incredibile quanto successo in Thailandia, dove un padre ha tentato di uccidere la figlioletta di appena cinque anni in diretta su Facebook. Wichai Kwanprom ha avvolto il collo della figlia con una corda, con l’obiettivo di lasciarla cadere nel vuoto ed impiccarla. Il tutto ovviamente ripreso con lo smartphone e postato in diretta sul popolare social network. “In questo modo mia figlia andrà in un posto migliore” dice l’uomo, salvo poi non portare a compimento la sua malsana idea, intenerito dal pianto della bambina. Fortunatamente la polizia è riuscita a rintracciarlo e ad arrestarlo, ma al momento della cattura Wichai avrebbe rivelato di aver architettato il tutto non per fare realmente del male alla figlia, quanto piuttosto per attirare l’attenzione della moglie che secondo lui avrebbe un amante.

Due volte in pochi giorni

Si tratta del secondo caso nel giro di pochi giorni fatto registrare in Thailandia. La scorsa settimana infatti un 20enne ha ucciso, sempre in diretta su Facebook e sempre tramite impiccagione, la sua bimba nata da soli undici mesi per poi togliersi a sua volta la vita. In quel caso le forze dell’ordine non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di entrambi. Anche in questo caso dietro al folle omicidio-suicidio ci sarebbe la ferma convinzione da parte del giovane padre di essere tradito dalla compagna.

S.L.