Morto suicida Cysterpiller, il primo agente di Diego Maradona

(Archivio/websource)

Si è gettato dal settimo piano di un albergo argentino di Puerto Madero. In questo modo si è tolto la vita Jorge Horacio Cysterpiller, entrato nella storia del calcio italiano per essere stato il primo agente di Diego Maradona. Nato a Buenos Aires nel 1958, era legato al campione argentino da profonda amicizia. Fu colui che trattò i primi contratti del Pibe con la “Maradona Productions”. Raccontava che conoscere Maradona “gli salvò la vita”. Lui che soffriva di gravi problemi di depressione e di poliomelite. Cysterpiller si legò professionalmente a Diego Maradona dal 1977 al 1985, dal passaggio al Boca fino a quello al Napoli. Restano famose le trattative condotte a quei tempi. Alla Abc si racconta che strappò 200.000 pesetas nel 1984 per un’intervista esclsiva. E fu lui che trattò i contratti milionari con Coca Coca e McDonalds.
I rapporti con Maradona però si guastarono nel 1985, quando Cysterpiller lasciò il calcio per interessarsi alla politica. Fu grande sponsor, infatti, di Menem. Poi il ritorno al calcio. Sono legati a lui i trasferimenti al Catania di Mariano Andujar, Gonzalo Bergessio, Mariano Izco e Pablo Barrentios. Cysterspiller era ancora procuratore.
Oggi la fine drammatica e come era stato l’intero corso della sua vita anche la sua morte si è rivelata tutt’altro che convenzionale.
BC