“Questa bambola è posseduta e ci sta rovinando”: la denuncia di una famiglia disperata – VIDEO

(Websource / Sun)

Una bambola vivente e, quel che è peggio, “posseduta”. Apparentemente innocua e angelica, con quegli occhietti azzurri, ma in realtà infida, subdola e perfida. Il “caso” è stato denunciato da una famiglia peruviana che si dice estenuata da quella presenza diabolica che “si aggira per casa”, “tormenta i nostri figli nel sonno” e ha trasformato la loro vita “in un incubo”. Secondo un'”esperta di creature soprannaturali”, Soralla de los Angeles, quella bambola vuole distruggerli.

La famiglia Nunez ha raccontato di recente la sua storia alla tv peruviana, spiegando che la cattivissima bambola – di nome Sarita – riesce inspiegabilmente a muoversi e provoca strane attività “paranormali”: luci strane e rumori anomali some stridori e bisbiglii, tra le altre cose, nella loro casa di El Callao, in Perù. Mamma Ivonne è convinta che sia posseduta da “uno spirito maligno” che “combina solo guai”. E sospetta che dietro quel pupazzo si nasconda sua cognata, suicidatosi tempo fa. I suoi figli Steven, 18 anni, e Angie, 20, si dicono esasperati dai “dispetti” di cui sono vittime. E tutto questo va avanti da ormai sette anni. I social media locali l’hanno già ribattezzata l'”Annabelle peruviana”, facendo il verso al noto film di Hollywood. Non si capisce, però, per quale motivo non la buttino semplicemente via… Anche – forse soprattutto – questo è un mistero da risolvere…

EDS