Dramma in casa: strangola la moglie, poi si getta nel vuoto

(repertorio/websource)

Ancora un omicidio-suicidio che si consuma all’interno dello stesso nucleo familiare: è accaduto nelle scorse ore a Vergiate, nel varesotto. Il 62enne Claudio Nizzola ha ucciso la moglie, Renata Ottone, 57 anni, probabilmente strangolandola, quindi è salito sul solaio di casa e si è tolto la vita gettandosi dalla finestra. I militari dell’Arma dei Carabinieri – i quali sono riusciti a ricostruire quanto accaduto – sono alla ricerca del movente. A dare l’allarme è stata una vicina di casa della coppia, che ha visto Claudio Nizzola lanciarsi nel vuoto.

Le indagini sono coordinate dalla Procura di Busto Arsizio e sul luogo della tragedia familiare sono giunti il medico legale e il Pm Rosaria Stagnaro. Presente anche il sindaco del paese, Maurizio Leorato: “Sono situazioni spiacevoli e per ora preferisco non dire altro. Faccio solo le condoglianze alla famiglia per questa grave perdita”. Sconvolti anche i vicini di casa, che hanno spiegato di non aver mai visto Claudio Nizzola e la moglie litigare: “Una coppia unita, viaggiavano sempre insieme, siamo sconcertati”.

Si tratta del secondo caso simile che accade in poche ore in Lombardia, dopo quanto avvenuto l’altra sera a Segrate dove un uomo ha sparato alla testa della moglie e poi ha provato ad uccidersi. I due sono Ciro Sorrentino 38 anni e Antonietta Di Nunno 35 anni. Lui era stato in carcere dove aveva scontato una condanna a sei anni dopo che la polizia lo aveva trovato con due Kg di cocaina. Liberato ad ottobre era tornato dalla moglie e dai loro 4 figli assicurandole di aver chiuso con il crimine.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM