(Websource / Mirror)

Ha visto tre terroristi con i coltelli in mano e li ha coraggiosamente fermati. Protagonista dell’eroico gesto un tassista londinese che si trovava nell’area in cui è avvenuto l’attentato della notte scorsa nella capitale inglese. L’uomo ha raccontato di aver bloccato ben tre attentatori dopo essersi accorto di loro transitava su High Street.

I terroristi, armati di coltelli a lunga lama, stavano attaccando persone a caso tra la folla. Tutti scappavano, in preda al panico. E lui ha pensato di bloccarli con il suo taxi. Poi li ha rincorsi finché non ha notato degli agenti che li inseguivano e che poi li hanno fermati. “Hanno lasciato il furgone tra il lampione e le scale, investendo alcune persone – ha raccontato – . Poi sono scesi dal furgone e hanno cominciato a pugnalare le persone in modo casuale. Tutti scappavano, in preda al panico”.

“Ho capito subito cosa stesse accadendo e ho pensato di intervenire, per provare a colpirli – ha aggiunto – . Ho messo di traverso il taxi e sono sceso per colpire uno di loro. Lui ha fatto un passo indietro e così tre agenti di polizia sono riusciti a raggiungerlo. Poi ho iniziato a gridare a tutti di fuggire da quella zona e di raggiungere un’altra strada. Erano in centinaia là fuori”. “Ho visto il furgone avventarsi sulle persone – ha concluso – e ho cercato di evitare un’altra strage”. Tre agenti hanno quindi fermato i terroristi con il pugnale e in breve tempo altri poliziotti hanno ucciso i colpevoli dell’attentato. E sui social tutti plaudono al coraggio dell’anonimo tassista eroe, che ora si sta cercando di rintracciare…

EDS