Corea del Nord lancia nuovi missili: obiettivo “armada” Usa

nuovi missili
Source: EPA/KCNA

La Corea del Nord ha lanciato una nuova scarica di missili terra-mare di corto raggio, proprio quando Seoul aveva deciso di bloccare i lavori per l’installazione del sistema antimissile americano Thaad. Secondo i sudcoreani, i missili sono stati lanciati da Wonson, una città sulla costa orientale nord coreana e molto probabilmente sono atterrati 200 km dopo, raggiungendo un’altitudine di 2 km. Sono atterrati nelle acque del Mar del Giappone, dove si trova l’armada Usa Carl Vinson. “La Corea del Nord ha sparato molteplici razzi che sembrano missili da crociera terra-acqua a corto raggio”, ha dichiarato il Comando militare centrale di Seul. Il nuovo lancio è avvenuto a meno di una settimana dal via libera dell’Onu per sottoporre la Corea del Nord a nuove sanzioni e a meno di un mese dall’insediamento del nuovo presidente sudcoreano, Moon Jae-in, che si dichiarava pronto a mettere fine alle tensioni con Pyongyang.

Proprio qualche giorno fa gli americani hanno mosso da San Diego la Nimitz, l’armada molto potente di cui parlava Trump ad aprile, che è una delle portaerei più grandi del mondo. Gli Usa sfoggiano quindi 3 incrociatori, 3 portaerei e 12 cacciatorpediniere. Non tarda ad arrivare la risposta del regime rosso che risponde alla provocazione con una scarica di missili. Il messaggio è chiaro: Pyongyang vuole far vedere di poter combattere alla pari. Secondo gli analisti però, il messaggio latente è di poter essere alla pari anche per quanto riguarda le richieste politiche. Kim Dong-yub, un esperto sulla Corea del Nord di Seoul, ha detto che i razzi lanciati ieri dimostrano che il regime possiede armi in grado di colpire le navi statunitensi. Ma la preoccupazione di una guerra è crescente, nonostante la calma apparente di Trump che afferma che “Non accadrà”, in un tweet. Anche il capo della difesa missilistica Usa, il viceammiraglio James Syring, ha dichiarato al congresso che presto “la Corea del Nord potrebbe raggiungere gli Stati Uniti con un razzo intercontinentale capace di trasportare una testata nucleare”. Tanto che gli americani sono andati avanti con i contro-test: il mese scorso hanno annunciato di aver provato con successo un missile in grado di intercettare e fermare il temutissimo razzo intercontinentale. Forse Trump non è poi così tranquillo.

Lavinia C.

Tutte le News di Oggi – VIDEO