Violentissima scossa di terremoto in Guatemala: magnitudo 6.9

(JOHAN ORDONEZ/AFP/Getty Images)

Grandissima la paura in Guatemala, colpito da un terremoto di magnitudo 6.9, con epicentro localizzato a pochi chilometri dal confine col il Messico. La notizia è stata resa nota dall’Usgs, l’istituto geofisico Usa. L’epicentro è esattamente a otto chilometri a sud ovest di Tajumulco, dove si trova un grande vulcano spento di circa 4mila metri di altezza. La scossa di terremoto, riporta l’Ingv, è avvenuta all’1.29 ora locale, quando in Italia erano le 9.29. Non si hanno notizie, al momento, di vittime o danni.

La zona è più o meno la stessa della scossa del settembre 2013, avvenuta ai confini con il Messico, a sei chilometri dalla città di Papajita e a una ventina da Suchiate, che si trova in Messico. In quell’occasione, si parlò di oltre 30 persone che sono rimaste ferite a causa dei crolli e di una persona morta, colpita da infarto, bilancio che poi si era aggravato. Ben più grave era stato il bilancio di un violento terremoto di magnitudo 7,5, registrato a novembre del 2012.

In quell’occasione, il presidente guatemalteco Otto Perez Molina aveva proclamato lo stato di allerta e ha invitato la popolazione a evacuare gli edifici alti per precauzione. La maggior parte delle vittime – una cinquantina secondo il primo bilancio – sono state ritrovate sotto le macerie nella regione di San Marcos, dove era stato registrato l’epicentro, al confine con il Messico. Le frane avevano bloccato le strade, rallentando e rendendo difficoltoso l’intervento dei mezzi di soccorso. Almeno 76 mila persone erano rimaste senza elettricità.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM