Getta la testa dell’amante in pasto ai maiali

Websource: Archivio

Una ventottenne russa è stata avvistata dai vicini di casa mentre cercava di trasportare nel bosco il corpo senza testa dell’amante ottantaquattrenne. Dopo essere stata arrestata dalla polizia è emerso che la ragione dell’omicidio è stato il rifiuto da parte dell’uomo di darle del denaro per comprare la vodka.

L’efferato omicidio è stato consumato a Volokolamsk, cittadina russa in cui viveva la vittima ed in cui era andata ad abitare pure la ragazza da qualche tempo. I due si erano incontrati casualmente in un bar, l’uomo, in quella occasione, le ha offerto di vivere sotto lo stesso tetto in cambio di reciproci favori sessuali e la ragazza originaria di Tver, identificata solo come Galina, ha accettato la proposta senza il minimo dubbio (la giovane è disoccupata e senza casa).

I vicini di casa della vittima hanno raccontato alla polizia che i due discutevano animatamente ogni giorno: la ragazza è un’alcolizzata e ogni giorno chiedeva soldi al suo amante per andare a comprare dell’alcol, ma l’uomo dopo un po’ di tempo aveva compreso di essere sfruttato e glielo negava. Il culmine delle liti è stato raggiunto il 12 giugno, quando Galina ha chiesto nuovamente del denaro per comprare la vodka. Questa volta l’uomo si è opposto fermamente e lei in un esplosione di rabbia ha preso un coltello dalla cucina ed ha cominciato a pugnalarlo ripetutamente. Non contenta ha cominciato a tagliare il collo della vittima fino a staccargli la testa.

Riavutasi dal raptus di follia si è trovata nella difficile situazione di dover occultare il cadavere. Per prima cosa ha gettato la testa dell’amante nel recinto dei maiali, così che questi la divorassero non lasciandone traccia, ma rimaneva il problema del corpo (troppo grande per non essere notato dai vicini). Galina, allora, ha atteso che si facesse buio per trascinare il corpo nei boschi limitrofi all’abitazione, ma nonostante le precauzioni è stata avvistata ed identificata.

F.S.