Volti irriconoscibili devastati dalle fiamme

(Getty Images)

Ancora tante delle vittime dell’incendio scoppiato due notti fa alla Grenfell Tower a Londra risultano non identificate. Ad oggi il capo delle operazioni di Scotland Yard, Stuart Candy, dichiara che una cifra ufficiale non sia ancora possibile stimarla: «La speranza è che non sia un numero con due zeri». 17 i morti certi e decine i feriti, ma altrettante sono le vittime pressoché irriconoscibili a causa dei danni riportati dalle fiamme, nonostante l’ausilio delle impronte dentali e dell’analisi del DNA. Ma la certezza sul fatto che ormai di sopravvissuti non ce ne siano più, arriva dalla comandante della London Fire Brigade, Dany Cotton. Superstiti non è più possibile trovarne, specialmente ai piani più alti del grattacielo, tipo il 23esimo nel quale alloggiava la giovane coppia di veneti, Marco e Gloria, entrambi di 27 anni. Il capo dei pompieri, Steve Apter, in un’intervista alla BBC ha rivelato che un’operazione di tale portata non ha precedenti in quanto a gravità e devastazione, al punto che si sta ancora tentando di estinguere gli ultimi – si spera – focolai.

Il leader conservatore del Consiglio di Kensington e Chelsea, Nick Paget-Brown, ha affermato che saranno fatte approfondite indagini in merito alle cause di tale dramma, soprattutto alla luce di quanto ripetutamente denunciato dagli inquilini della Grenfell Tower. L’anno scorso, infatti, erano stati ultimati dei lavori di ristrutturazione dell’intero edificio per una spesa che si aggirava attorno ai 10 mila euro, ma, nonostante ciò, erano emerse problematiche dal punto di vista delle norme di sicurezza, in particolare rispetto agli impianti di allarme. Quello che adesso gli inquilini del grattacielo salvati dalle fiamme vogliono sapere, è come sia stato possibile che un edificio di determinate proporzioni possa essere stato totalmente distrutto da un incendio nel giro di mezz’ora. La premier britannica Theresa May ha già annunciato che verrà avviata presto un’inchiesta pubblica perché arrivino quanto prima risposte chiare.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

SDS