Roma, l’acqua del mare diventa rossa: “Colpa del caldo”

(Websource / Youtube)

L’estate ufficialmente comincerà il prossimo 21 giugno, ma il termometro non mente: è già arrivata. Il bello – si fa per dire – deve ancora venire però, almeno secondo quanto indicato dall’European Centre for Medium-Range Weahter Forecasts (ECMWF), l’organizzazione intergovernativa – è supportata da 34 paesi – e indipendente che si occupa di previsioni a medio-lungo termine. Il centro europeo con sede a Reading (Regno Unito) riferisce che la prossima sarà un’estate caldissima.

Nella riproduzione su mappa sono indicate le stime delle temperature previste in tutta Europa per giugno, luglio e agosto, paragonate alla media degli ultimi 30 anni. In base a questo confronto le diverse aree sono evidenziate con colori diversi, secondo una scala fatta di tre valori. Ebbene, per quanto riguarda l’Italia, in tutta la penisola le temperature saranno mediamente almeno di 2 gradi superiori alla media degli ultimi 30 anni, con picchi in Sardegna, nel Nordovest e in Toscana, dove il caldo anomalo raggiungerà i 3 gradi sopra la media. Ma gli effetti dell’estate bollente hanno già cominciato a manifestarsi: nel Lazio per esempio, dove sul litorale a nord di Roma (Fiumicino, Focene, Fregene) in questi giorni i bagnanti hanno segnalato con preoccupazione alcune macchie di colore rossastro in acqua sul lato del Lungomare della Salute. Dopo numerose segnalazioni, la Capitaneria di Porto di Roma ha contattato l’Arpa Lazio, intervenuti sul posto per effettuare un campionamento dell’acqua e delle analisi. Secondo quanto riportato la colpa sarebbe del gran caldo che, provocando una variazione del valore di ossigenazione dell’acqua, ha dato vita alla formazione di alghe dal colore rossastro.

S.L.

(Websource / ilmeteo.it)