L’appello di una madre “miracolata”: “Non lasciate che vostro figlio finisca così”

(Websource / Mirror)

Lanciare un “monito” a tutte le altre mamme, affinché non abbiano mai a trovarsi nella sua stessa situazione. E’ questa la motivazione che ha spinto Jaime Webb a pubblicare e condividere su Internet la foto di sua figlio Henri, finito in coma a soli 7 anni dopo essere caduto accidentalmente da una finestra. Il suo “angelo” si è ritrovato da un momento all’altro con tre costole rotte, diverse fratture alla schiena e un polmone bucato, dopo il terribile schianto su un pavimento di cemento. La speranza di Jaime è che la sua storia serva almeno a richiamare l’attenzione sulla necessità di non abbassare mai la guardia quando si ha un bambino in casa, e in particolare sulla pericolosità delle finestre.

Henri è stato posto in coma indotto per 24 ore dopo la caduta dal secondo piano della palazzina in cui vive la sua famiglia a Poole, nel Dorset (Gran Bretagna). Stava parlando con la sua sorellina Ruby, che allora aveva 4 anni, quando, complice un attimo di distrazione, ha perso l’equilibrio ed è precipitato. Fortunatamente il bimbo si è rimesso in relativamente poco tempo e ora, a sei anni di distanza, gode di ottima salute ed è un promettente calciatore. Sua mamma, però, non ha dimenticato il rischio che ha corso e i drammatici momenti vissuti in ospedale le fanno “ancora gelare il sangue”, confessa lei stessa ai colleghi del Mirror.

Quel momento orribile
“E’ stato orribile, uno dei momenti più spaventosi della mia vita – racconta Jaime – . Lo ricordo come fosse ieri”. L'”incidente” è avvenuto durante alcuni lavori di ampliamento nella loro casa. Purtroppo nessuno aveva pensato di mettere in sicurezza quell’apertura, temporaneamente senza alcuna protezione. Henri si è subito rialzato ed è corso dalla mamma per dirle che era caduto. All’inizio lei ha pensato che la stesse prendendo in giro, anche perché non aveva ferite evidenti sul corpo… Quando Jamie gli ha tirato su la maglietta, però, si è accorta di un orribile bernoccolo che “pulsava” sulla sua schiena. Di lì la corsa in ospedale, il ricovero in terapia intensiva, il coma e la successiva riabilitazione.

Oggi, col senno di poi, Jaime ha un messaggio da lanciare a tutte le mamme e i papà con figli piccoli: “Assicuratevi che tutte le finestre di casa vostra abbiano delle chiusure di sicurezza”. E lo fa dopo che la blogger Sarah Turner ha raccontato su Facebook un incidente analogo di cui è stato protagonista suo figlio di 4 anni, caduto sempre da una finestra di casa per “distrazione”. “Non dimenticherò mai il rumore del suo corpo che si schianta sul cemento”, ha scritto la donna. Il suo post è stato poi commentato da moltissime persone che si trovano o si sono trovate nella sua stessa situazione. Vale sempre l’antico adagio: la prudenza non è mai troppa…


TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS