Dorme con l’amico, al risveglio l’aspetta una brutta sorpresa

(Websource/metro.co.uk)

Una donna ha svelato di essere stata violentata da un amico durante il sonno appena due giorni dopo il funerale della nonna a Langdale, in Inghilterra. La ragazza si chiama Angel Rogerson, 21 anni, e si trovava con Douglas Hodgson oltre che con le sorelle e la madre di quest’ultimo in un pub per una serata organizzata allo scopo di superare il lutto. Una volta tornati a casa, la famiglia Hodgson aveva suggerito ad Angel di condividere il letto matrimoniale con Douglas anziché dormire da sola. La giovane si è sempre fidata degli Hodgson, che conosce da 5 anni, e così aveva acconsentita a tale, bizzarra richiesta. Il mattino dopo però si è svegliata dolorante e con gli abiti tutti stropicciati, e la cosa le aveva fatto sospettare che il 28enne l’avesse violentata. Una volta andata via la giovane ha scritto a questi dicendogli: “So esattamente quello che mi hai fatto la notte scorsa”. Ed il colpevole ha subito ammesso di averla palpeggiata, ma non violentata.

Ritorno alla vita

La vittima si è poi rivolta alla polizia dopo essersi confidata con sua sorella maggiore: “Ho solo avuto la sensazione che Douglas Hodgson mi avesse fatto qualcosa, così gli ho scritto per avere una sua reazione. Sapevo che era successo qualcosa di brutto, e francamente non riuscivo a crederci quando lui ha confermato tutto. Ho il sonno pesante, perciò non mi sono svegliata. Ma in seguito ho effettuato un esame approfondito per capire cosa ho subito, e subito dopo mi sono lavata con la candeggina. Ero a pezzi, ho pianto tanto”. Hodgson, che ha sempre negato tutto per quasi due anni, alla fine ha confessato in tribunale per una udienza preliminare ad una settimana di distanza dal processo a suo carico. Angel ha successivamente letto una sua toccante dichiarazione spontanea durante la sentenza emessa un mese dopo.  Il giudice Christopher Prince ha condannato Douglas Hodgson, ora 30enne, a sei anni e quattro mesi di carcere, comminandogli anche un ordinanza restrittiva nei confronti della vittima e schedandolo come stupratore. Angel ha affermato: “Sono soddisfatta dell’esito, odio Douglas per quello che mi ha fatto”. Nel frattempo pian piano la ragazza si è ripresa ed ora aspetta anche un bimbo, ma ha ammesso: “Dopo quanto accaduto è stato molto difficile fidarsi di qualcuno. Non posso più dormire se so che in casa c’è qualcuno che non conosco bene. Ma al tempo stesso so anche che non posso passare il resto della mia vita a spaventarmi. Devo ancora riprendermi del tutto, confido però nel futuro”.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI